Nel 1990 Giulio Andreotti rivelò al pubblico l\'esistenza in Italia dell\'esercito segreto Gladio. All\'epoca si vociferava che Gladio avesse legami con il terrorismo, e...

Nel 1990 Giulio Andreotti rivelò al pubblico l\’esistenza in Italia dell\’esercito segreto Gladio. All\’epoca si vociferava che Gladio avesse legami con il terrorismo, e che la CIA e i servizi britannici avessero organizzato eserciti segreti molto simili in tutti i paesi dell\’Europa occidentale. Si diceva, inoltre, che questi fossero coordinati dalla NATO e che avessero l\’obiettivo di bloccare sia le invasioni comuniste sia ogni tentativo delle sinistre di conquistare il potere.

In Inghilterra la stampa ne parlò come del «segreto politico-militare meglio conservato e più pericoloso dalla Seconda Guerra mondiale». La vicenda fu poi sotterrata e, almeno fuori d\’Italia, non se ne parlò più. Quindici anni dopo, questo libro presenta il primo dettagliato e sconvolgente studio sugli eserciti segreti della NATO in tutta Europa, raccontando come i soldati fossero armati di esplosivi e armi, addestrati in centri non ufficiali su remote isole del Mediterraneo, nonché in Inghilterra dal SAS, le forze speciali dell\’aeronautica, e negli Stati Uniti dai Berretti Verdi.

Eserciti segreti analoghi a Gladio sono esistiti non solo in Italia, ma anche in altri undici paesi NATO e persino in quattro paesi neutrali (Svezia, Finlandia, Svizzera, Austria), e in alcuni casi erano tragicamente legati al terrorismo, alla \”strategia della tensione\”, a colpi di Stato e all\’utilizzo della tortura.

«Questo attento, sistematico e incisivo studio racconta, per la prima volta, la fosca storia degli eserciti segreti creati dalla NATO, rivelandone la portata e le minacciose implicazioni: pur creati originariamente a scopo di difesa, la \”difesa\”, come la storia dimostra, spesso può coprire azioni terroristiche, aggressioni e manipolazioni delle popolazioni nazionali. Nel clima attuale, in modo particolare, è necessario che i cittadini siano più vigili del solito. L\’importante libro di Ganser dovrebbe essere letto immediatamente da quanti sono preoccupati da queste istanze cruciali». Noam Chomsky.

Fonte: Arianna Editrice