Tiberio Graziani, presidente dell\’IsAG e direttore di Geopolitica, è stato intervistato dall\’emittente radiofonica La Voce della Russia il 29 ottobre a proposito delle elezioni...

Tiberio Graziani, presidente dell\’IsAG e direttore di Geopolitica, è stato intervistato dall\’emittente radiofonica La Voce della Russia il 29 ottobre a proposito delle elezioni legislative in Ucraina e il 9 novembre sull\’apertura del Congresso del Partito Comunista Cinese.

A proposito delle elezioni ucraine, il presidente Graziani ha espresso la convinzione che l\’incapacità delle opposizioni di presentarsi con un\’unica coalizione ed un unico programma abbia spaesato gli elettori e favorito la vittoria del partito di governo. [clicca per ascoltare]

Parlando invece del Congresso del PCC, il direttore di Geopolitica l\’ha definito storico. Il Comitato sarà ristretto da 9 a 7 membri e la guida affidata al tandem Xi-Li. Xi, Li e il Comitato ristretto dovranno affrontare importanti sfide interne ed internazionali: l\’ammodernamento della struttura statale e industriale, lo sviluppo del mercato interno, l\’acquisizione di ulteriori fonti d\’energia, la ridefinizione del ruolo internazionale della Cina. Pechino dovrà infatti decidere se dare ulteriore spinta agli aggregati politici/economici quali i BRICS e l\’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, se collaborare con la nuova entrata Russia nell\’ambito dell\’Organizzazione Mondiale del Commercio, se e come riformulare l\’ONU. Le scelte della Cina incideranno profondamente nello sviluppo storico delle relazioni internazionali. [clicca per ascoltare]


FONTE:

La Voce della Russia, 29 ottobre 2012.
La Voce della Russia, 9 novembre 2012.


No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 + 26 =