Halford J. Mackinder (1861-1947) è stato un uomo dalle molteplici carriere: geografo, è considerato il fondatore moderno della disciplina in Gran Bretagna; educatore, ha...

Halford J. Mackinder (1861-1947) è stato un uomo dalle molteplici carriere: geografo, è considerato il fondatore moderno della disciplina in Gran Bretagna; educatore, ha creato l’Università di Reading e consolidato la London School of Economics come suo secondo direttore; esploratore, è stato il primo uomo a scalare il Monte Kenya, la seconda vetta africana; politico, ha seduto in Parlamento e ricevuto diversi incarichi ufficiali, tra cui quello d’Alto Commissario britannico nella Russia Meridionale sconvolta dalla guerra civile. Malgrado una carriera così ricca e polivalente, Mackinder è però oggi noto principalmente come uno degli autori “classici” della geopolitica. La sua influenza su Karl Haushofer e la Geopolitik tedesca è ben nota, ma più o meno tutte le scuole strategiche del mondo sono state influenzate dagli scritti di Mackinder. Eppure, le opere su di lui sono scarse e in Italia quasi inesistenti, sicché sovente l’autore britannico è conosciuto indirettamente per tramite di vulgate banalizzanti. Questo libro, con l’ausilio di documenti d’archivio autografi di Mackinder e un’attenta analisi dei suoi scritti pubblicati, mira a colmare tale vuoto.

L’Autore:
Daniele Scalea è Direttore Generale dell’IsAG e Condirettore di “Geopolitica”. Halford John Mackinder è il suo terzo libro.

Collana:
Heartland. Teoria e storia della geopolitica
diretta da Tiberio Graziani e Daniele Scalea
388 pagine, cartografie b/n di Lorenzo Giovannini, prefazioni di Tiberio Graziani e Alfredo Canavero
ISBN: 9-78889736368-2Editore:

Fuoco Edizioni & IsAG, Roma 2013

Per informazioni sulle pubblicazioni IsAG, scrivere a:
pubblicazioni@isag-italia.org

Per approfondire: [clic]
Per acquistare: [clic]



No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
8 + 7 =