Ricorrono nel 2014 i 135 anni dall\’instaurazione delle relazioni diplomatiche tra Italia e Serbia, e l\’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie...

Ricorrono nel 2014 i 135 anni dall\’instaurazione delle relazioni diplomatiche tra Italia e Serbia, e l\’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) partecipa alle celebrazioni organizzando la mostra fotografica Kovilj. La mostra prende il nome dall\’omonima opera, curata da Ilias Tasias, con gli scatti di Luigi Loretoni e Giuseppe Cardoni che ritraggono le celebrazioni pasquali nel monastero serbo ortodosso di Kovilj. A fianco di questi ritratti sono esposti quelli, a opera dei medesimi autori, sulle omologhe celebrazioni che si svolgono presso Gubbio.

La mostra è allestita presso l\’Ambasciata della Repubblica Serba in Italia (Via dei Monti Parioli 20, Roma), e là si è svolta l\’inaugurazione la sera di mercoledì 9 aprile. Alla presenza di poco meno di 100 convenuti (politici, diplomatici, giornalisti e semplici curiosi), hanno preso la parola il curatore Ilias Tasias, l\’Ambasciatrice serba S.E. Ana Hrustanović e il Presidente dell\’IsAG Tiberio Graziani.

Questi ultimi due hanno colto l\’occasione per ricordare l\’ormai solida sinergia tra le rispettive istituzioni, tra i cui frutti recenti sono, oltre alla mostra attualmente in corso, la conferenza Serbia: l\’opportunità è vicina del 14 maggio 2013 presso il Ministero dello Sviluppo Economico e il \”Quaderno di Geopolitica\” Italia e Serbia. Passato, presente e futuro di un\’amicizia del dicembre 2013.

Il link sottostante rimanda all\’album fotografico della serata nel conto Facebook dell\’IsAG:



No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 + 25 =