1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia 1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia
Nel 1965 il Québec, provincia del Canada, inaugurava un suo ufficio di rappresentanza a Milano, cui sarebbe poi seguita una Delegazione a Roma. Quello... 1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia

Nel 1965 il Québec, provincia del Canada, inaugurava un suo ufficio di rappresentanza a Milano, cui sarebbe poi seguita una Delegazione a Roma. Quello stesso anno, infatti, il ministro quebecchese Paul Gérin-Lajoie aveva lanciato la propria dottrina, secondo cui tutto ciò che è di competenza del governo provinciale in Québec, lo è anche all\’estero. Oggi la provincia francofona del Canada ha numerose rappresentanze nel mondo, ma il rapporto con l\’Italia rimane tra i più stretti, in virtù della vicinanza culturale e della vivacità degli scambi commerciali e ideali. Una nutrita comunità italo-canadese risiede in Québec, ottimamente integrata, e numerosi artisti e letterati quebecchesi (oltre a studenti e turisti) visitano l\’Italia per ammirarne i retaggi culturali. Scienza, cultura e arte sono infatti dei focus politici del Québec, per sua natura particolarmente attento agli elementi che definiscono l\’identità di un popolo. Questo Quaderno di Geopolitica intende celebrare l\’anniversario discutendo lo stato e le prospettive delle relazioni tra l\’Italia e il Québec.

 
SOMMARIOIntroduzione 1965-2015: Cinquant\’anni di Québec in Italia (Redazione) – Focus Québec: dati essenziali (Sophia Johanna Schlosser) – Le relazioni Italia-Québec: cultura, imprese e comunità italiana chiavi del successo italiano (Mario Giro) – Cinquant\’anni di relazioni Québec-Italia (Philippe Couillard) – La forza della continuità (Christine St-Pierre) – Legami di cuore e di ragione (Amalia Daniela Renosto) – Una dottrina alla prova del tempo (Christopher Malone) – Un\’introduzione geopolitica al Québec (Daniele Scalea) – Origini ed evoluzione del Québec: tra autonomia e indipendenza (Maya Santamaria) – Québec-Italia: l\’interscambio economico (Delegazione del Québec a Roma) – Il Québec e l\’accordo economico e commerciale globale tra il Canada e l\’UE (CETA) (Pierre Marc Johnson) – La ricerca e l\’innovazione in Québec (Rémi Quirion) – Sull\’identità come trampolino: il ruolo del Consiglio delle Arti e delle Lettere del Québec nella diffusione internazionale della cultura quebecchese (Stéphan La Roche) – Le risorse naturali nell\’economia globale del Québec: l\’esempio del rilancio del Plan Nord come modello di governance e di sviluppo sostenibile (Robert Sauvé).

AUTORI – Philippe Couillard (Québec, Primo Ministro) – Mario Giro (Ministero degli Affari Esteri, Sottosegretario con delega ai rapporti col Canada) – Pierre Marc Johnson Québec, Capo negoziatore per il CETA ed ex Primo Ministro) – Stéphan La Roche (Consiglio delle Arti e delle Lettere del Québec, Presidente) – Christopher Malone (ENAP, Direttore del GERFI) – Rémi Quirion (Québec, Capo Scientifico) – Amalia Daniela Renosto (Québec, Delegato a Roma) – Maya Santamaria (IsAG, Ricercatrice associata) – Robert Sauvé (Plan Nord, Segretario Generale Associato) – Daniele Scalea (IsAG, Direttore Generale) – Sophia Johanna Schlosser (Università di Zurigo, laureanda in Scienze politiche) – Christine St-Pierre (Québec, Ministro delle Relazioni Internazionali e della Francofonia)

Quaderno di Geopolitica no. 4
1965-2015: Cinquant\’anni di Québec in Italia

Prezzo: € 13
Editore: Avatar Éditions
Data di pubblicazione: 11/2014
Pagine: 118
Dimensioni (cm): 15,6×23,4
ISBN: 978-1-907847-22-6
Altro: Supplemento fuori abbonamento a \”Geopolitica\”, Vol. III (2014).



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
12 + 3 =