Il 29 marzo 2015 in Uzbekistan si svolgeranno le elezioni per scegliere il Presidente della Repubblica, un appuntamento elettorale che segue le elezioni parlamentari...

Il 29 marzo 2015 in Uzbekistan si svolgeranno le elezioni per scegliere il Presidente della Repubblica, un appuntamento elettorale che segue le elezioni parlamentari tenute il 21 dicembre scorso. Nelle ultime settimane le istituzioni del Paese sono al lavoro per l’organizzazione dell’evento, con un’intensa attività di promozione pubblica in patria e all’estero.

Il 22 gennaio scorso, ad esempio, la Commissione Elettorale Centrale ha organizzato un meeting con i giornalisti locali e stranieri per illustrare i requisiti necessari alla presentazione delle candidature e le procedure legate ai meccanismi di voto. La composizione delle commissioni elettorali dei diversi distretti include personalità pubbliche che in passato abbiano avuto già esperienza nell’organizzazione e nel monitoraggio di precedenti elezioni.

La Commissione Elettorale Centrale ha approvato in particolare la costituzione del Collegio Elettorale della Città di Taškent n. 14, definendo la composizione dello staff organizzativo, che sarà chiamato a vigilare sull’applicazione della legge “Sull’elezione del Presidente della Repubblica dell\’Uzbekistan” e a fornire assistenza durante le operazioni di voto. Il Collegio di Taškent include 653 seggi elettorali, tutti all’interno dei confini amministrativi della capitale. È stato istituito anche un Press Center per coprire in tempo reale lo svolgimento delle operazioni di voto.

Negli ultimi giorni del mese di gennaio l’Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia ha organizzato un incontro a Milano con la partecipazione di rappresentanti del mondo politico ed imprenditoriale, illustrando le procedure di voto, i partiti politici e la loro collocazione.

Oltre al Presidente in carica Islam Karimov, che si presenta come candidato per il Partito Liberal-Democratico Uzbeko (UzLiDep) e guida il Paese sin dall’indipendenza, tre personaggi politici hanno presentato la propria candidatura in rappresentanza dei differenti partiti presenti all’interno dell’Oliy Majlis, il Parlamento bicamerale della Repubblica dell’Uzbekistan. In rappresentanza del Partito Popolar-Democratico dell’Uzbekistan, erede del Partito Comunista dell’Uzbekistan, è stato candidato Chatamzhon Ketmonov. Insegnante di lingua e letteratura russe, originario della regione di Andijan, Ketmonov ha occupato fino al 2013 il ruolo di Vice-capo dell’amministrazione della regione omonima per i rapporti con le organizzazioni religiose.

Per il Partito Social-Democratico «Adolat» (Giustizia), di centro-sinistra, è candidato invece Narimon Umarov. Dottore in Scienze Geologiche, dopo aver lavorato per oltre dieci anni in un ispettorato pubblico per l’ambiente, dall’agosto 2009 Umarov è Presidente del Comitato Pubblico della Repubblica dell’Uzbekistan per la tutela ambientale. Il partito di destra «Milly Tiklanish» (Rinascita Nazionale) ha candidato invece Akmal Saidov, docente e giurista specializzato nel diritto comparato, Direttore del Centro Nazionale per i diritti dell’uomo, che aveva già partecipato alle elezioni del 2007.

(D.C.)



No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 + 26 =