Le minoranze etnico-linguistiche tra Artico e Italia: un confronto giuridico Le minoranze etnico-linguistiche tra Artico e Italia: un confronto giuridico
Il Report dell’IsAG si propone di analizzare lo status giuridico delle minoranze linguistiche italiane e quello delle popolazioni indigene che insistono nel Circolo Polare... Le minoranze etnico-linguistiche tra Artico e Italia: un confronto giuridico

Il Report dell’IsAG si propone di analizzare lo status giuridico delle minoranze linguistiche italiane e quello delle popolazioni indigene che insistono nel Circolo Polare Artico, con l’obiettivo di trovare un terreno comune di cooperazione attraverso la condivisione di esperienze e soluzioni a problematiche che accomunano popoli così lontani tra loro. L’ampiezza dell’analisi ha necessariamente portato a selezionare dei case study per ogni macroregione, nel dettaglio: la regione Yamalo-Nenec per la Federazione Russa, il Finnmark per la Scandinavia, il Nunavut per il Canada ed il Trentino Ato-Adige/Südtirol per l’Italia. I casi analizzati nel Report presentano similitudini e analogie importanti dovute per parte ai regimi totalitari che si sono susseguiti e per altri versi a questioni legate all’occupazione delle terre abitate dalle minoranze etno-linguistiche. Tutte le minoranze analizzate sono state accomunate da un periodo di tempo più o meno lungo un periodo in cui le politiche governative hanno tentato di omogeneizzare le loro peculiarità allo stile di vita ed alla lingua della maggioranza. In conclusione, nonostante il divario geografico e culturale, ma nel panorama di un mondo globale che si rivolge all’Artico, territorio non più di settore, si ravvisano quelle particolari analogie e spunti comuni che inducono ricercatori e addetti ai lavori a proseguire nell’auspicabile lavoro di condivisione delle proprie esperienze.

Leggi l’analisi di Alessandra Caruso: continua qui



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
18 + 10 =