Vol. VI, No. 1: L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future Vol. VI, No. 1: L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future
Vol. VI, No. 1 – L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future Scadenza per le proposte: 30 Novembre 2016 Scadenza per gli articoli:... Vol. VI, No. 1: L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future

Vol. VI, No. 1 – L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future

Scadenza per le proposte: 30 Novembre 2016
Scadenza per gli articoli: 15 Marzo 2017

GEOPOLITICA. Rivista dell’Istituto in Alti Studi di Geopolitica e Scienze Ausiliarie accetta proposte per il Vol. VI, No. 1. Il tema monografico del volume, curato da Claudia Astarita è: L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future.

La Cina sta attraversando un periodo molto difficile. La leadership attuale deve infatti confrontarsi con sfide complesse su tre fronti: politico, economico e sociale. Da paese povero ma sostanzialmente egualitario, la Cina si è trasformata in una nazione in cui il tasso di disuguaglianza è così alto da minacciare crescita economica e stabilità sociale. Da realtà prevalentemente agricola e poco integrata nell’economia mondiale, la Cina è ora una nazione molto più ricca in cui, però, quella che un tempo era considerata una risorsa infinita, la forza lavoro a basso costo, ora non è più così abbondante, e dove anche la capacità manifatturiera di un tempo fatica a convivere con una domanda globale che continua a contrarsi e un’emergenza ambientale da affrontare con urgenza. Infine, da paese prevalentemente concentrato su sé stesso e con una limitata capacità di influenzare gli equilibri internazionali, la Cina è diventata una nazione “aggressiva”, “pericolosa”, da “contenere”, o quanto meno è percepita come tale.

L’amministrazione di Xi Jinping è salita al potere nel 2012 riconoscendo l’urgenza di prendere decisioni importanti per affrontare tutte le sfide cui il paese si trovava di fronte. L’alba di una nuova era all’insegna di “profonde riforme onnicomprensive” venne dunque annunciata, ma quattro anni dopo la Cina continua ad essere una nazione in difficoltà, tanto sul piano politico quanto su quello socio-economico. Consapevole della forte retorica nazionalista che regolarmente accompagna e sostiene le scelte di Pechino e con un occhio al 19esimo Congresso del Partito comunista cinese in calendario per novembre 2017, il volume L’era di Xi Jinping: bilanci e prospettive future si pone tre obiettivi importanti: valutare successi e fallimenti dei primi quattro anni della Presidenza Xi; discutere i possibili provvedimenti che potrebbero aiutare la Cina a risolvere alcune delle sue difficoltà; e provare a capire se l’amministrazione Xi ha la volontà, la capacità e il sostegno istituzionale per implementare le agognate riforme.

Saranno valutati contributi relativi alle seguenti aree:

  • Sviluppo sociale ed economico
  • Memoria e propaganda
  • Diplomazia e soft-power
  • Sistema giuridico e cultura della legalità
  • Minoranze e diritti umani
  • Governance
  • Politica estera e iniziative regionali
  • Organizzazione del sistema partitico e burocrazia
  • Questioni ambientali
  • Sistema finanziario e fiscale
  • Sistema assistenziale e disuguaglianze
  • Rapporti centro-periferia
  • Politiche demografiche
  • Strategia militare
  • Società civile e media

Gli autori sono invitati a inviare – in lingua italiana o inglese – i sommari (abstracts) dei loro articoli, senza eccedere le 400 parole, e un breve (massimo un paragrafo) profilo biografico entro il 30 novembre 2016. L’invio andrà effettuato per via elettronica, tramite il seguente formulario di contatto [clicca] e a claudia.astarita@unimelb.edu.au.

Entro 10 giorni dall’invio, gli autori dei sommari approvati riceveranno la richiesta d’inviare i loro articoli completi per la revisione paritaria. Non è prevista una lunghezza massima per gli articoli, ma si raccomanda di non eccedere i 50.000 caratteri. Gli articoli sono accettati in italiano, francese, inglese e spagnolo. Tutti gli articoli proposti devono essere inediti e non contemporaneamente proposti a terzi. Inviando l’articolo l’autore statuisce di possederne i diritti per la pubblicazione e li cede in esclusiva a GEOPOLITICA. Rivista dell’Istituto in Alti Studi di Geopolitica e Scienze Ausiliarie. Gli articoli accettati in lingua diversa dall’italiano potrebbero essere pubblicati in traduzione, a discrezione della redazione. Gli articoli (anche quelli in lingua italiana) devono essere corredati di un abstract in lingua inglese (100-150 parole) e di tre parole chiave sempre in lingua inglese. Gli articoli inviati devono seguire fedelmente le indicazioni contenute nel Normario, pena l’esclusione.

La data entro cui inviare le bozze definitive degli articoli è il 15 Marzo 2017. L’invito a spedire un articolo completo non ne garantisce la pubblicazione. Anche articoli approvati dai revisori potrebbero non essere pubblicati per mancanza di spazio nel numero; tuttavia, col consenso degli autori, saranno pubblicati in un numero successivo.

La pubblicazione del numero 1 del sesto volume di GEOPOLITICA è prevista per Luglio 2017.

GEOPOLITICA è la rivista dell’Istituto d’Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) di Roma; è riconosciuta dall’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione dell’Università e della Ricerca) come “rivista scientifica” per le Aree disciplinari 11, 13 e 14.



No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 + 1 =